Il significato italiano della parola francese “préparation”, titolo dell’esposizione di Marina  Menti e Greta Bastelli, è “allestimento”.

La mostra sarà inaugurata sabato 21 gennaio alle ore 18,30
con un concerto aperitivo della DJ Lady Gisa (genere musicale BrokenBeat)
a  cui siete invitati, e per l’occasione il Barco rimarrà aperto  fino alle ore 22.00.
La mostra continuerà fino al 9 febbraio con l’orario del  Barco  7,30/19,30 durante la settimana ed  il sabato 9,30/12,30–15/19,30 (domenica e lunedì mattina  chiuso).
Le cose esposte collaborano tra un intrico di fili a costruire  l’effimero.
“Queste cose non durano niente, solo la durata della  mostra” dice Greta Bastelli autrice dei disegni ad inchiostro esposti  che rivelano un sapore romantico e visionario tracciato su fogli  bianchi.
Advertisements

Volete arredare in modo del tutto speciale
la vostra casa?

Parte da sabato 22 ottobre (e continua fino a fine mese) in Cooperativa sociale Insieme (Vicenza – via Dalla Scola 255) una nuova iniziativa nata dai preziosi stimoli da clienti, amici e soci e che ha prodotto una piccola proposta del tutto innovativa.

“Perche’ non mettere insieme vecchi mobili, oggetti curiosi, tessuti speciali, modificarli, colorarli e rivisitarli per stratificare memorie ed aspirazioni nel creare ambienti superspeciali ed unici?”

Utilizzando l’esperienza e la capacita’ artistica di Elvezia Allari e l’abilita’ della Cooperativa Insieme nel ripescare cose speciali, potrete vedere come realizzare una cucina recuperando qua e là mobili, materiali ed oggetti ricontestualizzandoli e dando loro una nuova dignitosa identità.

(more…)

Dopo l’incendio che ha colpito la sede di Via Dalla Scola poco più di tre mesi fa, venerdì 24 settembre a partire dalle ore 21 la Cooperativa Insieme festeggerà il ripristino e il rinnovo dei locali con una serata dedicata al consumo sostenibile.

Per i soci e i simpatizzanti della cooperativa si tratta di un evento importante e simbolico che corona mesi di intenso lavoro.

Evento clou della serata sarà l’attesa sfilata annuale di abiti usati e vintage – quest’anno ironicamente intitolata “Abiti che scottano”. Oltre 60 soci e amici della cooperativa sfileranno in passerella sfoggiando abiti usati prêt-à-porter, per promuovere la cultura del consumo critico, del riciclo e del riuso, e dimostrare il fascino indiscreto dell’abbigliamento vintage.

al barco”, il nuovo bar inaugurato dalla Cooperativa Insieme lo scorso luglio, proporrà cocktail d’autore e finger food nostrani ispirati alle ricette dello chef vicentino Amedeo Sandri.

Per l’occasione, saranno inoltre presentati gli abiti e accessori d’arte, realizzati con materiali di recupero, della collezione “Abito con te” di Elvezia Allari e le borse “INARIA”, in gomma riciclata da camere d’aria, di Isa Doro.

Materiali di approfondimento:

Comunicato stampa ufficiale “Serata del consumo sostenibile”

Presentazione sfilata “Abiti che scottano”

Presentazione “Al barco”, il bar della Cooperativa Insieme

Presentazioe collezione “Abito con te” di Elvezia Allari

Presentazione collezione “iNARIA” di Isa Doro

cartolina invito alla serata del consumo sostenibile | 24 settembre 2010, ore 21 | Vicenza, Via Dalla Scola 255

Siamo giunti all’anti-vigilia dell’apertura del barco!

I lavori sono ancora a pieno ritmo per gli ultimi dettagli, ma già qualche amico e qualche cliente viene accompagnato nel nuovo spazio per un’anticipazione dell’arredamento e per curiosare tra un particolare e l’altro.

Ma… anche il punto vendita si sta “vestendo a nuovo”… per l’apertura straordinaria di tutto il sabato, fino alle 22!

Clienti, amici e tutti quelli che passeranno avranno l’occasione di vedere e sentire l’intera Cooperativa Insieme che si racconta e che fa festa!

Vi aspettiamo!!!

Da Altreconomia nr. 115 | Il rifiuto della coop, di Chiara Spadaro

Riciclaggio, riutilizzo e pace: con questo dna, la cooperativa Insieme lavora da 30 anni a Vicenza. Per questo ha detto no a un lavoro nel cantiere del Dal Molin

Le cooperative “rosse” sono al lavoro nel cantiere della nuova base militare Usa di Vicenza.
Lungo la strada che costeggia l’ex aeroporto Dal Molin si contano una ventina di gru. Mentre la Cooperativa muratori cementisti (Cmc) di Ravenna e il Consorzio cooperative costruzioni (Ccc) di Bologna “tirano su” la base (l’inaugurazione è prevista per il 2011, vedi box), c’è chi, facendo parte dello stesso mondo, ha detto no: è la cooperativa sociale Insieme, vicentina, che ha rifiutato un lavoro all’interno del cantiere statunitense. Anche se avrebbe fatto comodo al bilancio. Nella città veneta, Insieme si occupa da 30 anni di riciclo e riuso, e all’inizio di gennaio ha ricevuto un’offerta di lavoro per la gestione dei rifiuti del cantiere della nuova base: “Ci è stata chiesta la disponibilità per un sopralluogo al Dal Molin, per uno sgombero importante -spiega il presidente Roberto Bertarello-, ma noi non abbiamo nemmeno preso in considerazione la proposta: non vogliamo in alcun modo contribuire alla costruzione della base militare. C’è sembrata una scelta naturale, coerente con lo spirito della nostra cooperativa, attenta all’etica del lavoro”. È una questione di scelte: la scelta di restare coerenti con il proprio operato, la scelta di non collaborare con chi militarizza i territori, la scelta di cercare altri settori di guadagno. Insieme non ha accettato le commesse militarizzate, nonostante una situazione economica difficile: dall’inizio del 2010, i 46 soci lavoratori della cooperativa -che percepiscono tutti lo stesso compenso mensile, dal socio appena arrivato al presidente- si sono abbassati gli stipendi: “Eravamo arrivati a prendere 1.100 euro al mese, ma poi non ce l’abbiamo fatta, così abbiamo ridotto le paghe a 1.050 euro”, racconta Giovanna Dal Sasso, vicepresidente della cooperativa.

(more…)

recyclart

Sabato 12 e domenica 13 settembre 2009 si svolgerà RecyclArt, Arte in ri-ciclo, il 1° festival “attivo” polivalente del riciclo a Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova.

Obiettivo della manifestazione è quello di sensibilizzare il territorio e i loro abitanti al concetto del riciclo a 360 gradi, come strategia volta a recuperare il materiale di scarto riutilizzandolo invece di smaltirlo, rendendolo parte integrante di un nuovo ordine.
L’evento prevede un ricco programma di formazione e informazione sul RICICLO come concetto chiave nel moderno trattamento degli scarti, un’azione indispensabile per la gestione dei rifiuti moderni. Le attività educative e formative comprenderanno anche attività divertenti e coinvolgenti incentrate sul RICICLO come concetto di Recupero e Riscoperta degli antichi progetti, idee, sapori, costumi e oggetti prodotti dall’industria, dall’agricoltura e dall’artigianato tramite la rivalutazione dei rifiuti e dei materiali di scarto.

Tale iniziative si svolgeranno con modalità di presentazione-partecipazione che coinvolgeranno sia grandi che piccini:

  • Stand ed installazioni di mostre istituzionali
  • Mostra-mercato del riciclo all’aperto nelle vie del centro storico di Castiglione delle Stiviere
  • Corner Gastronomico con degustazioni di sapori antichi riscoperti dalla tradizione culinaria italiana
  • Laboratori Ludico Didattico che prevedono l’utilizzo degli scarti in ambito ludico-creativo di carta, lana, gioco, cucina, artigianato e fito-cosmesi (accesso gratuito su prenotazione)
  • Aree Ludiche con campi gioco aperti al pubblico, realizzati con materiale di riciclo tenuti dall’Associazione del Gioco dimenticato di Milano.
  • Mostre d’arte contemporanea realizzate da 20 scuole delle nostre regioni.

Ad animare il festival ci saranno anche sfilate di moda con abiti vintage, concerto con il maestro Mark Bladwin Harris con musica di ogni epoca, Corner TV, talk show e presentazioni a cura di Radio Number One.

Per informazioni dettagliate sul programma:

www.recyclart.it

Data: Settembre 2009
Sabato 12 – dalle ore 16,00 alle 23,00
Domenica 13 – dalle ore 9,00 alle 21,00

Location: Nelle Piazze e Vie di Castiglione delle Stiviere (MN)
Ingresso: GRATUITO

Con la sua apertura si punta a raccogliere 700 tonnellate di rifiuti riciclabili all’anno e a differenziare il 65% dei rifiuti

Un nuovo importante tassello per una gestione dei rifiuti urbani sempre più efficace e rispondente alle esigenze dei cittadini: questo il significato della ricicleria SUD, inaugurata questa mattina dall’assessore all’ambiente Antonio Marco Dalla Pozza e dal presidente di Aim Roberto Fazioli.

I contenitori per oli alimentari usati, vernici e pile esauste - fonte: Giornale di Vicenza

I contenitori per oli alimentari usati, vernici e pile esauste - fonte: Giornale di Vicenza

“E’ con grande soddisfazione – ha dichiarato l’assessore Dalla Pozza – che inauguro questa struttura. Si tratta del terzo punto cardinale nella geografia delle riciclerie. Mi auguro che entro la fine del mandato sia a buon punto anche la realizzazione della quarta e ultima ricicleria, da collocare in zona EST e da dotare possibilmente di un’area didattica, per diffondere sempre di più la cultura del riuso dei materiali e del riciclo dei rifiuti. Sono servizi importanti per la città e mettono in gioco anche il privato sociale, con la gestione affidata alle cooperative”.

“Questo atto concreto – ha commentato a sua volta il presidente di Aim Roberto Fazioli – risponde in pieno al principale indirizzo comunitario in tema ambientale che riguarda, appunto, il recupero dei materiali”.

La ricicleria SUD è stata realizzata da Aim in via Sebastiano Venier, in località Longara lungo la Riviera Berica, e va ad aggiungersi a quelle più complesse, già attive da anni nelle zone ovest e nord della città.

La nuova struttura si inserisce in un sistema di gestione dei rifiuti urbani cittadini impostato su una “griglia di servizi” che offre a tutte le persone, a seconda delle proprie abitudini di vita e dei propri orari, di accedere in vari modi alla raccolta differenziata: attraverso i contenitori stradali, usufruendo dei servizi su richiesta direttamente a casa oppure recandosi nelle riciclerie.

Con l’apertura della nuova ricicleria della Riviera Berica, fortemente sostenuta da alcuni cittadini con ruoli istituzionali come i consiglieri comunali Isabella Sala, Mariano Decimo e Vittorio Corradi, l’amministrazione Variati porta a termine un progetto avviato dalla precedente giunta. Per realizzarlo è stato “salvato” un finanziamento regionale, altrimenti inutilizzato.

Data la dimensione e le finalità della ricicleria SUD, le attese di produzione non sono quelle delle altre due riciclerie dove, per spazi disponibili, per impostazione e per presenza di personale specializzato, maggiori sono le linee merceologiche attive e i quantitativi trattati.

Dalla ricicleria SUD ci si attende in ogni caso un significativo contributo all’incremento dell’indice di raccolta differenziata cittadina, che oggi si attesta sul 52%, con l’obiettivo di raggiungere il 65% previsto dal decreto Matteoli.

In particolare, attraverso questa nuova ricicleria si prevede di raccogliere circa 700 tonnellate all’anno distribuite tra verde (220 tonnellate), legno (185 tonnellate), carta (123 tonnellate), ingombranti (112 tonnellate) e metalli (88 tonnellate).

La ricicleria SUD è aperta da martedì a sabato, dalle 14 alle 17.

Per informazioni: Ufficio di Igiene Ambientale di Aim, 0444.394012 (da lunedì a venerdì dalle 7 alle 13).

Per il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti è invece necessario chiamare la Coop Insieme allo 0444- 511562 dal martedì al venerdì (8.30-12.30 e 15-19)

(more…)