Riciclo


Dal 17 al 25 novembre, torna la settimana europea per la riduzione dei rifiuti.

Scopri le azioni  sviluppate nel nostro territorio che hanno l’obiettivo di porre l’accento sul loro reale impatto sulla riduzione dei rifiuti.

Buona settimana!

Advertisements

Partecipa alla settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti SERR 2011 che si terrà in tutta Europa dal 19 al 27 novembre 2011 con Meno Plastica per tutti, Mettila in rete e Sfida all’ultima Sporta adottabili da chiunque voglia una vita con meno rifiuti e meno plastica.

Per tutti i problemi esiste una soluzione, praticabile o impraticabile che sia. Così è per la produzione dei rifiuti che, salvo momenti di lieve decrescita dovuti alla recessione economica continuano ad aumentare in tutta Europa. Anche in questo caso vale il detto che prevenire è meglio che curare e guardando cosa spinge la nostra pattumiera sino ai 532 kg pro capite attuali salta all’occhio che ci sono troppi imballaggi e contenitori, prodotti usa e getta,  e oggetti che hanno avuto comunque un ciclo di vita troppo breve e che non sono più né riparabili né riutilizzabili.

(more…)

L’ufficio sicurezza-ambiente di Cooperativa sociale Insieme, che tra le altre mansioni ha il compito di tenere viva l’attenzione sulle diverse questioni ambientali, sta costruendo un percorso di riflessione e confronto per la compagine sociale che abbia l’obiettivo di interrogarci tutti sulla nostra capacità di fare “green economy”.

Mercoledì 25 marzo a Siracusa e giovedì 26 a Catania la Cooperativa Sociale Insieme di Vicenza sarà presente in Sicilia invitata ad eventi pubblici dedicati all’emergenza rifiuti ed alle buone pratiche di riuso e riciclaggio.

Per la cooperativa, nata a Vicenza trent’anni fa, ci sarà la coordinatrice della filiera dedicata al riciclaggio Vania De Preto che presenterà l’esperienza su riuso e riciclaggio condotta quotidianamente dai suoi novanta soci nel trattamento dei rifiuti.

garbage blues by isado

garbage blues by isado

Realizzata assieme ai comitati locali Rifiuti Zero, l’iniziativa valuterà le possibilità di creare sull’isola siciliana esperienze simili a quelle venete, collegate a distanza da un progetto comune di “massimo riuso minimo rifiuto”.

Il 26 marzo, data in cui entrerà in funzione l’inceneritore di Acerra, è stata scelta come giornata nazionale di protesta contro i sussidi all’incenerimento. In tutta Italia, si raccoglieranno in tale data migliaia di richieste di rimborso a sostegno della vertenza contro i CIP6. Un’opportunità senza precedenti per evidenziare la lotta contro il sistema di incenerimento dei rifiuti. Occorre ribadire che gli inceneritori sono impianti ad alto rischio e che la soluzione migliore per l’ambiente e per la popolazione è la tecnologia “pulita”, tra l’altro in grado di dare una risposta significativa a questa fase di crisi economica perché fonte di nuovi posti di lavoro, i cosiddetti “green jobs”.

Come ha dimostrato il recente meeting mondiale di Napoli, la strategia Rifiuti Zero non è solo praticabile in qualsiasi contesto, ma rappresenta un trampolino di lancio per concrete scelte di sostenibilità  basate sulla responsabilizzazione delle comunità, dei produttori e delle leadership politiche.

Per l’occasione, il Comitato Catania Rifiuti Zero organizza un incontro pubblico dal titolo “Rifiuti Zero 2020: un’utopia realizzabile” durante il quale, oltre alla Cooperativa Sociale Insieme, sarà presente l’associazione europea GAIA (Global Alliance for Incinerator Alternatives) con il suo rappresentante Joan-Marc Simon.

Durante i due convegni siciliani sarà presentata la proposta di vertenza per la richiesta di rimborso dei finanziamenti destinati ai CIP6: oltre il 7% dell’importo della bolletta elettrica di privati ed aziende, infatti, invece di essere destinata al finanziamento delle energie rinnovabili, è utilizzato per pagare il funzionamento dei diversi impianti di incenerimento.

Per maggiori informazioni, telefonare allo 0444/511562 o scrivere a riciclare@insiemesociale.it.